Associazione Amici della Musica Vittorio Cocito
Menu
FUTURORCHESTRA
26 2017, Novara, Teatro Faraggiana

FUTURORCHESTRA

ALESSANDRO CADARIO direttore

P.I.CIAIKOVSKIJ
Sinfonia n.5 in mi minore op.64
Andante. Allegro con anima - Andante cantabile con alcuna licenza – Valzer - Finale

 

A.BORODIN
“Danze Polovesiane” dall’opera Il Principe Igor


FUTURORCHESTRA, gruppo strumentale al vertice formativo del Sistema delle Orchestre e dei Cori giovanili e infantili in Lombardia, riunisce elementi dai 12 ai 24 anni, pronti per il repertorio più avanzato. Come compagine creata stabilmente nell’ambito del Sistema in Lombardia, è espressione delle attività di convergenza dei suoi centri educativi, i “Nuclei”.

Ha debuttato a Milano nel maggio 2011 con Daniele Rustioni in occasione della prima raccolta di strumenti “Costruire con la Musica” (in collaborazione con Music Fund, Milano Musica e Teatro alla Scala). Un calendario di appuntamenti pubblici ne scandisce il percorso didattico, intrecciato a iniziative di solidarietà sociale: a questa attività si è ispirato il premio Nobel Dario Fo per la creazione di un grande trittico di scenografie dedicato alla musica e ai giovani.

Si ricordano i concerti nel 2012 con la direzione del M° Ennio Morricone al Teatro degli Arcimboldi di Milano e al Parco della Musica di Roma, quest’ultimo con la collaborazione di Alessandro Cadario, figura di riferimento nella preparazione e sviluppo dell’orchestra. FuturOrchestra è stata presente a Milano sotto la direzione di Pietro Mianiti e del venezuelano Manuel López-Gómez nella stagione de “I Pomeriggi Musicali”, che hanno regolarmente ospitato l’orchestra in cartellone. Nel 2014 spicca anche l’invito alle manifestazioni per il 150° anniversario della Società del Quartetto di Milano con l’esecuzione integrale dei Carmina Burana di Carl Orff diretta da Cadario, poi ripresa nella stagione del Festival Cantelli e al Dal Verme durante la terza “Settimana del Sistema in Lombardia”. È del maggio 2015 la partecipazione alla Festa della Lombardia organizzata dalla Regione.

La stagione 2015/2016 si è aperta con l’eccezionale partecipazione al SEYO Summercamp di Sistema Europe, in concomitanza con il “Progetto El Sistema” promosso dal Teatro alla Scala e culminato con due applauditissimi concerti: il “Side by Side” al fianco della Sinfónica Juvenil de Caracas in Scala, e il gran finale al Teatro degli Arcimboldi di Milano. Nell’ambito del ciclo “Un Vivaio musicale per EXPO”, FuturOrchestra ha tenuto concerti al Festival Donizetti di Bergamo, al Teatro Sociale di Como, al Ponchielli di Cremona, al Fraschini di Pavia e al Teatro Apollonio di Varese.

Solisti di spicco quali Gabriele Cassone, Enrico Dindo, Jeffrey Swann e Maurizio Zanini, che condividono gli scopi del Sistema, hanno affiancato FuturOrchestra contribuendo alla sua crescita artistica. Nel novembre 2016, nella Stagione dei Pomeriggi Musicali, è stata al fianco delle celebri pianiste Katia e Marielle Labèque, per il Carnevale degli animali di Saint-Saëns, con la direzione di Kristiina Poska, progetto ripreso anche in un documentario di Classica HD.

 

 

ALESSANDRO CADARIO. Alessandro Cadario è attualmente Direttore ospite principale dell’Orchestra de I Pomeriggi Musicali di Milano.

Direttore d’orchestra dal gesto raffinato ed espressivo, si distingue per la presenza carismatica e le sue interpretazioni meditate e convincenti, sia nel repertorio sinfonico sia in quello operistico.

Ha compiuto gli studi di direzione d’orchestra al Conservatorio G. Verdi di Milano, perfezionandosi presso l’Accademia Musicale Chigiana di Siena con Gianluigi Gelmetti. Ha inoltre conseguito il diploma di violino, la laurea in direzione di coro e in composizione.

Ha diretto importanti orchestre tra cui l’Orchestra Filarmonica di Monte-Carlo, l’Orchestra Filarmonica della Fenice, l’Orchestra e Coro del Teatro Petruzzelli di Bari, l’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento, la Filarmonica Arturo Toscanini, l’Orchestra e Coro del Teatro Lirico di Cagliari, il Concerto Budapest e l’Orchestra di Padova e del Veneto.

Vincitore del premio “Peter Maag” nel 2012, ha definitivamente attirato l’attenzione degli addetti ai lavori nel 2014, in occasione del suo debutto alla Società del Quartetto di Milano e, nel 2015, con la direzione di Pollicino di H.W. Henze, al Maggio Musicale Fiorentino e con un concerto nella stagione sinfonica del Teatro Petruzzelli di Bari, di cui è stata particolarmente apprezzata l’interpretazione rossiniana (“Stabat Mater: con Cadario è un gran Rossini”, titola la Gazzetta del Mezzogiorno).

Sempre nel 2015, ha debuttato al Teatro alla Scala di Milano in occasione del Festival delle orchestre internazionali.

Nel 2016 Alessandro Cadario debutta con l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna in occasione del concerto di gala del Concorso internazionale di Composizione “2 agosto”, con l’Orchestra del Teatro Massimo di Palermo, in luglio, al Festival MITO SettembreMusica 2016 con l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali.

Dirige inoltre la City Chamber Orchestra di Hong Kong nella Grande Messa in do minore K.427 di Mozart, in occasione del suo debutto in Cina e debutta alla Biennale Musica di Venezia dirigendo due atti unici in prima assoluta.

Ha inoltre collaborato con solisti come Mario Brunello, Vittorio Grigolo, Alessandro Carbonare e Federico Colli.

Nella primavera 2017 è ritornato alla Società del Quartetto di Milano, alla testa di FuturOrchestra, con la Sinfonia n. 5 di Tchaikovsky, alla Sinfonica Abruzzese con Alessandro Carbonare, alla City Chamber Orchestra di Hong Kong e sul podio dell’Orchestra del Teatro Massimo di Palermo, nella stagione di opera e balletto, con lo spettacolo Trittico Contemporaneo, coreografie di Jiri Kylian, Johann Inger e Matteo Levaggi.

In settembre, farà ritorno per il secondo anno consecutivo al Festival MITO SettembreMusica insieme al solista Gautier Capuçon e debutterà nella prossima stagione sinfonica del Teatro Verdi di Trieste e del Teatro Carlo Felice di Genova.