Associazione Amici della Musica Vittorio Cocito
Menu
“Il Canto della Sirena”. Viaggio intorno alla tradizione musicale napoletana
17 Giugno 2018, Palazzo Penotti Ubertini, Orta

Fiorenza Calogero voce e tamburo a cornice
Marcello Vitale chitarra battente, chitarra barocca

ANONIMO
Suite Cinquecentesca:
Vurria addeventare... (villanella) -
Villanella ch’all’acqua vai (villanella) -
Vurria ca fosse ciaola (villanella)

GIUSEPPE PORSILE (1680-1750)
Cantata sopra l’arcicalascione

NICCOLÓ PICCINNI (1728 - 1800)
Comme da lo molino

ANONIMO
Moresca (Trad. M. Vitale)

LEONARDO VINCI (1690-1730)
So’ li sorbe e il nespolo amare

ANONIMO (Sec XVIII)
Lu cardillo
Si tu nenna m’amare n’autr’anno

G. B. PERGOLESI (1710-1736)
Passa ninno

ANONIMO (Sec XVIII)
Fenesta lascia

G. B. PERGOLESI
Chi disse che la femmina

GIOVANNI PAISIELLO (1740-1816)
Amice nun credite alle zitelle

LEONARDO VINCI
Vurria addeventare suricillo

ANONIMO (Sec XVIII)
Angelarè
La nova gelosia

GIOVANNI PAISIELLO
Felicella

DOMENICO CIMAROSA (1749-1801)
Serenata di Pulcinella

ANONIMO (Sec XVIII)
Canzone del guarracino


Fiorenza Calogero ha contribuito alla ricerca e alla rivalorizzazione dei canti popolari del Sud Italia lavorando con il maestro Roberto De Simone che l’ha coinvolta in ruoli significativi per alcuni spettacoli cult: da “La Gatta Cenerentola” (portata in scena nei Giardini di Palazzo Reale, Parigi; al Sadler’s Wells Theatre, Londra; al Festival Grec, Barcellona e nei maggiori teatri italiani a Firenze, Cesena, Milano, Bologna) a “Lo Vommaro a duello” (2008), una produzione del Teatro di San Carlo. Con il concerto “Li turchi viaggiano” dello stesso De Simone, affronta nel 2001 una lunga tournée in Sudamerica.

Prende parte, insieme ad Alessandro Safina, ad una tournée che fa tappa nei principali teatri olandesi (Tivoli Vedrenburg, Utrecht; Theater aan de Parade, Den Bosch; Muziekgebouw, Eindowen; Luxor Theater, Rotterdam).

Con il cantautore polistrumentista Enzo Avitabile partecipa al film biografico “Enzo Avitabile Music Life” (2011) diretto dal premio Oscar Jonathan Demme nella scena “Anola Tranola” con il musicista maliano Toumanì Diabatè.

Il film è stato presentato “Fuori Concorso” alla Mostra del Cinema di Venezia 2013.

Enzo Avitabile è anche l’autore dei brani inediti del suo nuovo album, intitolato “Nun tardare sale” (2015): la canzone “Tre franne e tre ciure”, tra le più intense del disco, è stata presentata in anteprima al Concerto dell’Epifania ospitato al Teatro Mediterraneo di Napoli a gennaio 2015 e trasmesso da RAI 1.

 

Marcello Vitale nel 1997 si esibisce come solista in “Lezioni di Tarantella”, evento spettacolo a cura di Eugenio Bennato, svoltosi a Napoli alla Città della Scienza. In tale occasione entra a far parte del gruppo Musicanova. All’interno di questa formazione si esibisce nei maggiori teatri in Europa, Cecoslovacchia, Polonia, Tunisia, Turchia, Marocco, Australia. Contemporaneamente partecipa come solista a numerosi festival e rassegne musicali tra cui: EMMAS (Etnic Meeting of Music and Arts in Sardinia) di Olbia, circostanza in cui ottiene un riscontro positivo da parte di Peter Gabriel; WOMAD Adelaide (Australia); Lufthansa Festival of Baroque Music (Londra); Festival di Utrecht (Olanda).

Nel 2005 è chiamato da Roberto De Simone a suonare la chitarra battente nell’opera “Socrate immaginario” di Giovanni Paisiello, rappresentata nel mese di settembre al Teatro di San Carlo a Napoli.

Dal 2001 ad oggi collabora con l’ensembe L’Arpeggiata diretto da Christina Pluhar, con cui incide due cd per l’etichetta Alpha, uno per Naive e tre per la EMI classic e si esibisce nelle più importanti sale da concerto di tutto il mondo come la Carnegie Hall a New York, la Walt Disney Hall a Los Angeles, il Barbican Center a Londra, la Wigmore Hall a Londra, la Salle Gaveau a Parigi.