Associazione Amici della Musica Vittorio Cocito
Menu
“Il bianco e dolce cigno”. Madrigali tra Cinquecento e Seicento.
23 Giugno 2018, Palazzo Penotti Ubertini, Orta

ENSEMBLE MADRIGALISTICO FANTAZYAS
Carlotta Colombo
, soprano
Cristina Calzolari, mezzosoprano
Matteo Magistrali, tenore - alto
Alessandro Ravasio, basso
Giangiacomo Pinardi, liuto e tiorba
Roberto Balconi, tenore - alto e direzione

GIOVANNI GHIZZOLO (ca. 1580-1625)
Dal secondo libro di madrigali (G.B.Guarini):

"Crud’Amarilli, che col nome ancora, I parte"
"Ma grideran per me le piagge e i monti, II parte"
"Ma poi ch’era ne’ fati, III parte"

C. MONTEVERDI (1567-1643)
Dal quinto libro di madrigali (G.B.Guarini):
"Crud’Amarilli" a 5 voci

JACQUES ARCADELT (1504-1568)
"Io dico che fra voi potenti dei" (M. Buonarroti)
"Deh dimm’Amor se l’alma di costei" (M. Buonarroti)

C. MONTEVERDI
Dal settimo libro di madrigali:
"Vorrei baciarti, o Filli"

GIOVANNI GHIZZOLO
Dal secondo libro di madrigali et arie:
"Tirsi, mio caro Tirsi" (G. B. Guarini)

Dal secondo libro di madrigali:
"O ninfa, ninfa" a 5 voci, I parte (G. B. Guarini)
"Tirsi, mio caro Tirsi", II parte (G. B. Guarini)

C. MONTEVERDI
Dall’ottavo libro di madrigali:
"Lamento della Ninfa" (O. Rinuccini)

JACQUES ARCADELT
"Ver’infern’è ‘l mio petto" (L. de’ Medici)
"Ancidetemi pur, grievi martiri"

ALESSANDRO PICCININI (1566-1638)
Toccata per arciliuto

GIOVANNI GHIZZOLO
Dal secondo libro di madrigali (G.B. Guerini)
"È questo il guiderdon, Silvio crudele", I parte
"Ma con chi parlo, ahi lassa", II parte

JACQUES ARCADELT
"Chi potrà dir quanta dolcezza provo" (Guidiccioni)
"Il bianco e dolce cigno" (Guidiccioni)

PIETRO PAOLO RAIMONDO (sec XVII)
Casandra per arciliuto

C.MONTEVERDI
Dal quinto libro dei Madrigali (G.B. Guarini):
"T’amo mia vita"


Fantazyas

Fantazyas è un gruppo vocale e strumentale costituitosi nell’anno 2000 per iniziativa del cantante e direttore Roberto Balconi. L'ensemble si avvale della collaborazione con musicisti e cantanti specialisti del repertorio antico e barocco, del quale intende sia riproporre pagine celebri, sia riscoprire partiture ancora poco note al grande pubblico, accostandosi a tale repertorio con vitalità e misura tipicamente italiani.

Nelle sue diverse formazioni (orchestra barocca, coro, ensemble cameristico, ensemble madrigalistico), il repertorio di Fantazyas spazia dell’opera -Ariodante e Alceste di Handel, Didone ed Enea di Purcell, La serva padrona di Pergolesi- alla musica sacra -i Mottetti di Bach, lo Stabat Mater a dieci e altri mottetti polifonici di Domenico Scarlatti, gli Stabat Mater di Pergolesi e Vivaldi, i Chandos Anthems di Handel, Funeral Music for Queen Mary di Purcell, la ricostruzione di un Vespro monteverdiano per voci e basso continuo, un programma dedicato alla cantata luterana, alcune messe di Mozart-; dal madrigale -Monteverdi, D’India, Ghizzolo- alla musica da camera -duetti di Handel, cantate da camera a due voci di Steffani (registrate per ALM Records, Tokyo)-. 

Tra i numerosi festival e palcoscenici nazionali ed internazionali che hanno ospitato Fantazyas, si ricordano il festival finlandese Sastamala Gregoriana il Musashino Civic Cultural Hall di Tokyo, il festival Felicia Blumenthal di Tel Aviv, la rassegna Musica e Poesia a San Maurizio di Milano, il Festival Organistico di Aosta.

Fantazyas ha inciso per Brilliant Classics il Secondo libro de Madrigali a cinque e sei voci di Giovanni Ghizzolo.

 

Roberto Balconi

Milanese, cantante e direttore d’orchestra, si e? affermato come uno dei principali interpreti del repertorio barocco, esibendosi nei maggiori festival di musica antica e in rinomati teatri quali il Festival Oude Muziek in Olanda, il Teatro La Fenice, la Queen Elizabeth All di Londra, il Lincoln Center di New York, la Vlaamse Opera, la Wiener Konzerthaus. Tra il repertorio affrontato come direttore, in particolare dell’ensemble Fantazyas, che ha fondato nel 2000, si annoverano le opere Ariodante, Alceste, l’oratorio La Resurrezione, i Concerti Grossi e i Chandos Anthems di Haendel; il Vespro della Beata Vergine e l’Orfeo di Monteverdi; gli Stabat Mater di Scarlatti, Pergolesi e Vivaldi. E’ docente di canto barocco presso il Conservatorio "Guido Cantelli" di Novara e la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado di Milano Ha recentemente inciso per Brilliant Classics, in prima mondiale, il Secondo Libro de Madrigali di Giovanni Ghizzolo e l’opera di Duni Les deux Chasseurs et la Laitiere.