Associazione Amici della Musica Vittorio Cocito
Menu
“Italiani in Europa nel sec XVIII”
24 Giugno 2018, Palazzo Penotti Ubertini, Orta

HANNAH DEBORAH VISSER, violinista
BARTOLOMEO DANDOLO MARCHESI, Violoncellista
FLORA FABRI, clavicembalista

NICOLA PORPORA (1686 - 1768) E GIOVANNI BATTISTA COSTANZI (1704 1774)
Sonata per violino, violoncello e basso continuo No. 2 in sol minore

FRANCESCO GEMINIANI (1687 - 1762)
Sonata per violoncello solo e basso continuo No. 5 in Fa Maggiore

PIETRO ANTONIO LOCATELLI (1695 - 1764)
Sonata per violino solo e basso continuo No. 7 op 6 in fa minore

GIOVANNI BENEDETTO PLATTI (1697 - 1763)
Sonata per violoncello solo e basso continuo No. 2 in re minore

FRANCESCO GEMINIANI
Sonata per violino solo e basso continuo No. 3 op 4 in Do Maggiore

NICOLA PORPORA E GIOVANNI BATTISTA COSTANZI
Sonata per violino, violoncello e basso continuo No. 3 in Sol Maggiore


Hannah Visser Nata in Olanda, Hannah Visser si esibisce in Europa quale violinista, esperta di prassi esecutiva antica. Dopo aver conseguito il diploma al Conservatorio di Amsterdam con Kees Koelmans, ha proseguito gli studi alla Hochschule für Musik di Freiburg, con il prof. Gottfried von der Goltz.

È membro della Freiburger Barockorchester, della danese Nieuwe Philharmonie Utrecht, nonché della Folkwang Kammerochester Essen.

Con la Amsterdam Corelli Collective, della quale è membro fondatore, è giunta finalista alla prestigioso York Early Music International Young Artists’ Competition.

Grande importanza ed influenza sul suo modo di suonare hanno avuto le lezioni e master-classes di Ton Koopman, Richard Egarr, Sophie Gent, Shunske Sato, Alfredo Bernardini e Anner Bijlsma, così come il prender parte a numerosi progetti con Spira Mirabilis e la European Union Youth Orchestra.

Da ottobre, Hannah studia violino barocco alla Hochschule für Musik und Darstellende Kunst Frankurt, con la prof. Petra Müllejans, al fine di approfondire ed ampliare le sue conoscenze di prassi esecutiva antica.

 

Bartolomeo Dandolo Marchesi, nato nel 1994 ha iniziato a 3 anni lo studio del violoncello secondo il metodo Suzuki proseguendo gli studi con il Maestro Antonio Mosca. Ha vinto il primo Premio nella sua categoria nell’ambito del Concorso Verdi Note tenutosi a Roma nell’aprile 2000, il primo Premio al Concorso Internazionale Francesco Forgione a Verbania nel maggio 2000, il primo Premio Assoluto nell’ambito del Concorso Internazionale Giovani Talenti a San Bartolomeo nel giugno 2003. Nel 2005 ha vinto il primo Premio al Concorso Internazionale di Vittorio Veneto. Il Comune di Assisi gli ha assegnato nel settembre 2008 il Premio Giovane Artista per la Pace. Nel 2009 ha vinto il primo Premio al Concorso Internazionale di Cortemilia. Ha avuto il privilegio della guida di Maestri di chiara fama tra cui: Enrico Bronzi, Stefano Cerrato, Enrico Dindo, Franz Helmerson. Nel 2010 ha suonato nella Sala Verdi del Conservatorio di Milano in varie formazioni da camera nel concerto per la Giornata della Memoria trasmesso in diretta radiofonica da Rai Radio3 e ripreso in video da Il Sole24ore. Nel 2012 è stato spalla nell’Orchestra Sinfonica del Conservatorio di Milano. Ha conseguito la maturità al Liceo Classico “Virgilio” e si è diplomato con lode presso il Conservatorio G. Verdi di Milano sotto la guida di Marco Bernardin. Collabora con varie orchestre tra le quali l’Ensemble Armoniosa e l’Accademia del Teatro alla Scala. Ha frequentato fino al 2016 la Musikhochschule di Colonia nella classe del Maestro Nicolas Altstaedt. Attualmente studia musica antica alla MusikHochschule di Francoforte sotto la guida della Prof.ssa Kristin von der Goltz.

Nel febbraio del 2017 ha suonato il III concerto di Popper con la WDR Funkhaus Orchester, trasmesso in diretta radiofonica e anche video sul sito della WDR.

 

Flóra Fábri (*1987), nata in una famiglia di artisti (madre attrice e padre scrittore), è stata fortemente influenzata dall’arte e dalla musica, soprattutto classica, che ha iniziato a studiare all’età di sei anni a Budapest, sua città natale. Dopo il diploma (2005) al Conservatorio Béla Bartók con i migliori pianisti e docenti di teoria, ha proseguito studiando direzione corale all’Accademia di Musica Ferenc Liszt di Budapest. In questo periodo si è appassionata al clavicembalo, prendendo lezioni da Anikó Soltész. Ha poi approfondito lo studio delle tastiere antiche alla Hochschule für Musik und Theater di Monaco di Baviera, sotto la guida della prof. Christine Schornsheim (2007-2011) ed in seguito con il prof. Christian Rieger ad Essen. Nel 2010 ha trascorso un semestre a Tokyo, Giappone, in veste di studente ospite presso l’Università delle Arti (Geidai). Nel 2011 ha vinto la borsa di studio DAAD. Flóra Fábri è stata scelta nel 2014 quale clavicembalista presso la Hochschule für Musik und darstellende Kunst Frankfurt am Main, dove accompagna numerose classi.

È membro stabile dell’orchestra ungherese Orfeo orchestra (diretta da György Vashegyi). Attualmente lavora anche a Vienna, dove accompagna la classe di flauto diritto del prof. Carsten Eckert presso la Universität für Musik und darstellende Kunst.

Nel 2016, con la Orfeo Orchestra, in qualità di continuista, ha realizzato l’incisione per l’etichetta Glossa della poco conosciuta pastorale-heroique Isbé di Mondoville, su commissione del Centre de musique baroque de Versailles, nonché il CD con i Concerti per violino di Tomasini, eseguiti da Monica Hugget.

Particolare attenzione è data alla musica da camera. Nel 2015 è entrata a far parte dell’ensemble „Il Quadro Animato”, con il quale ha vinto il Premio Selifa – Concorso Internazionale di Musica Antica di San Ginesio, nell’ottobre 2015.