Associazione Amici della Musica Vittorio Cocito
Menu
MITTELEUROPA ORCHESTRA
29 Novembre 2018, Novara, Teatro Faraggiana

MITTELEUROPA ORCHESTRA

VITTORIO BRESCIANI direttore e pianista

FRANZ LISZT

Rapsodia n. 2 in Do min. S. 244/1 (Orchestrazione di Karl Müller-Berghaus)

Fantasia su temi Ungherese per pianoforte e orchestra

Concerto per pianoforte ed orchestra n. 2 in La magg., S. 125

Les Préludes, Poema sinfonico n. 3, S. 97


La MITTELEUROPA ORCHESTRA, che affonda le sue radici nella tradizione musicale dell’area del centro e del sud Europa, discende da esperienze orchestrali pluridecennali e, nei primi anni 2000, ha trovato una sua collocazione istituzionale grazie all’intervento della Regione Friuli Venezia Giulia e al sostegno di Comuni e Province della stessa Regione. L’orchestra conta attualmente 47 professori d’orchestra stabili e una solida organizzazione autonoma; la sua sede è a Palmanova presso la Loggia della Gran Guardia, un palazzo storico del 1500 che si affaccia sulla splendida piazza della città stellata. Il direttore musicale dell’Orchestra, da gennaio 2017, è il Maestro Marco Guidarini.

Il suo repertorio spazia, nel segno della più ampia versatilità, dal barocco al contemporaneo, dal classico al cross-over: la Mitteleuropa Orchestra si propone al pubblico in formazione sinfonica, sinfonico-corale, con orchestra d’archi, orchestra di fiati ed ensemble cameristici.

L’Orchestra, che eredita l’esperienza dell’Orchestra Sinfonica del Friuli Venezia Giulia, nel suo percorso artistico si è esibita, con rilevanti consensi di pubblico e critica, in tutta Italia e all’estero, in Francia, Tunisia, Egitto, Marocco, Turchia, Slovenia, Croazia, Serbia, Bosnia, Montenegro, Albania, ed è stata ospite di numerosi eventi internazionali, dalla Biennale Musica di Venezia al Mittelfest, dalle Giornate del Cinema muto al Concerto per la beatificazione di Giovanni Paolo II. Ha collaborato, in ambito teatrale, con Simone Cristicchi in Magazzino 18, eseguendo dal vivo le musiche di scena di Valter Sivilotti, in uno spettacolo che dal 2013 calca con enorme successo le scene nazionali.

È stata diretta da importanti personalità del panorama musicale internazionale come Niksa Bareza, Pascal Rophé, Tiziano Severini, Dmitri Jurowski, Aldo Ceccato, Muhai Tang, Oliver von Dohnányi, Krzysztof Penderecki, Luis Bacalov, Giampaolo Bisanti, Pietari Inkinen, John Axelrod, Ola Rudner, Emilio Pomarico, Vram Tchiftchian, Ernest Hoetzl, Philipp Von Steinaecker, Michele Carulli, Philippe Entremont, Jan Willem De Vriend, Alessandro Vitiello, Giovanni Pacor e si è esibita con solisti di chiara fama come Sergeij Krilov, Ramin Bahrami, Roberto Fabbriciani, Michele Campanella, Bruno Giuranna, Louis Lortie, Alexander Lonquich, Alena Baeva, Pepe Romero, Lilya Zilberstein, Roberto Cominati, Giovanni Sollima, Yeon Ju Jeong, Jaroslaw Nadrzycki, Marianna Vasileva, Marija Špengler, Daniel Müller-Schott, Karl Leister, Françoise de Clossey, Mauro Maur, Alexander Gadjiev, Héctor Ulises Passarella, Stefan Milenkovich, Philippe Entremont, Laura Bortolotto, Evgeni Koroliov, Andrea Bacchetti, Daniela Barcellona.

In Regione collabora con l’Ente Regionale Teatrale a un importante progetto di valorizzazione musicale che copre tutto il territorio del Friuli Venezia Giulia; con i Conservatori della Regione, con le scuole di musica e con l’Azienda per l’Assistenza Sanitaria ha in programma rilevanti progetti interdisciplinari basati sull’inclusione sociale attraverso la musica e altre attività innovative rivolte in particolar modo al pubblico più giovane e alle scuole. Va inoltre sottolineata la collaborazione con il Conservatorio Giuseppe Tartini di Trieste relativa al Corso di Direzione d’Orchestra, uno dei pochi casi nel territorio nazionale.

La Mitteleuropa Orchestra, nome d’arte dell’Associazione Orchestra Regionale del Friuli Venezia Giulia, è sostenuta e finanziata dalla Regione Friuli Venezia Giulia e anche grazie al prezioso sostegno della BCC (Federazione Banche di Credito Cooperativo F.V.G.) e all’importante partnership con la Fondazione Friuli (dal 2016), programma, da ottobre 2015, una propria stagione sinfonica presso il Teatro Gustavo Modena di Palmanova.

 

 

VITTORIO BRESCIANI Direttore e pianista

Pianista e direttore d'orchestra ("Uno dei migliori specialisti lisztiani del nostro Paese." Amadeus), allievo di Vincenzo Vitale, Carla Giudici, Nikita Magaloff e Andrej Jasinsky, di Donato Renzetti per la Direzione d'Orchestra e, per la Composizione, di Gino Marinuzzi jr., Vittorio Bresciani si è affermato sulla scena internazionale con il 2° premio al Concorso Internazionale Franz Liszt di Parma nel 1986.

Da allora si è esibito per le più importanti istituzioni concertistiche e festival in Italia (Teatro alla Scala di Milano, Ravenna Festival, Sala Grande del Conservatorio di Milano, Festival Internazionale di Brescia e Bergamo, Festival dei Due Mondi di Spoleto, Festival delle Nazioni di Città di Castello, Sagra Musicale Umbra di Perugia, Teatro Bellini di Catania, Teatro Lirico di Cagliari, Teatro San Carlo di Napoli, Arena di Verona, Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Settembre Musica di Torino, Festival di Ravello, ecc.), in tutta Europa (Kunstfest di Weimar, Ljubljana International Festival, Concertgebouw Amsterdam, Budapest Liszt Festival, Musikhalle di Amburgo ecc.), negli Stati Uniti (Kennedy Center di Washington) e Canada, in Russia (Conservatory Great Hall e Cajkovskji Hall di Mosca), Ucraina (Kiev Philharmonie), Cina (Shenyang International Festival of Music, Beijing Concert Hall) e in vari teatri nazionali dell'America Latina (Teatro Avenida di Buenos Aires).

Ha inoltre partecipato a numerosi Festival Internazionali della American Liszt Society e si è esibito nella storica Haus Wahnfried di Bayreuth per la Richard Wagner Verband, su un pianoforte Steinway del 1876 che appartenne a Wagner e che fu frequentemente suonato da Liszt.

Dal 2000 Bresciani ha affiancato con crescente intensità l'attività direttoriale a quella pianistica, collaborando spesso nella doppia veste di solista e direttore con varie tra le più prestigiose compagini dell'Est europeo (Moscow Symphony Orchestra, New Russia State Symphony Orchestra, Kiev National Symphony Orchestra, Timisoara Philharmonic Orchestra, Skopje Philharmonic Orchestra, St. Petersburg Radio & TV Symphony Orchestra, ecc.) e con numerose orchestre italiane (Orchestra Scarlatti di Napoli, Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza, Istituzione Sinfonica Abruzzese, Orchestra Filarmonica di Verona, Orchestra Filarmonia Veneta di Treviso, Orchestra Sinfonica di San Remo, ecc.) in programmi prevalentemente basati sul repertorio orchestrale romantico di Liszt, Wagner, Cajkowskij.

Con il pianista Francesco Nicolosi ha costituito nel 1998 il Franz Liszt Piano Duo, allo scopo di divulgare l'opera sinfonica di Liszt nelle versioni autografe per due pianoforti, in particolare le monumentali sinfonie "Faust" e "Dante". I due interpreti si sono in questi anni esibiti con enorme successo per le maggiori istituzioni italiane e vari festival in Germania, Stati Uniti e Argentina.

Tra i suoi migliori successi, vi è la creazione dello spettacolo multimediale sulla Divina Commedia, al quale si è dedicato dal 2001 in poi parallelamente alla normale attività concertistica. Ideatore del progetto con il pianista Francesco Nicolosi, Bresciani ha studiato le relazioni tra testo dantesco, le immagini del Doré e la musica di Liszt, creando una partitura di parola, suono e immagine che rispecchia la propria personale interpretazione della "Dante Symphony" di Liszt. Il progetto Ë attualmente in fase di circuitazione presso vari tra i maggiori teatri italiani ed esteri.

La sua discografia comprende la "Faust Symphony" di Liszt nella versione per due pianoforti per Nuova Era, e tre monografie dedicate al repertorio virtuosistico lisztiano per l'etichetta Dynamic: "Schubert Song Transcriptions, Mozart and Rossini Paraphrases, Weimar Works". Ha inoltre partecipato alla registrazione integrale degli Studi op. 740, recentemente edita da Musikstrasse. Di recente pubblicazione, per l'etichetta Naxos, è anche la prima registrazione mondiale della "Dante Symphony" di Liszt nella versione originale per due pianoforti, con il celebre Coro di Voci Bianche della Radio Ungherese di Budapest. Le sue incisioni sono distribuite in Europa, Stati Uniti, Australia, Giappone e vari altri paesi asiatici.

Vittorio Bresciani è titolare di cattedra di Pianoforte presso il Conservatorio di Musica "F.E. Dall'Abaco" di Verona.