Associazione Amici della Musica Vittorio Cocito
Menu




CONCERTO DI CARNEVALE
Giovedì 20 Febbraio 2020 21.00, Teatro Faraggiana

FANTAZYAS ENSEMBLE
ROBERTO BALCONI
SIMONE PEDRONI
PASQUINELLI YOOUNG ORCHESTRA
ORCHESTRA GIOVANILE DEDALO

 

Carlo Taffuri direttore

ADRIANO BANCHIERI

La Saviezza giovanile, brani scelti

WILLIAMS/PEDRONI
ROTA/PEDRONI

Trascrizioni da musiche da film

BRAHMS, BARROSO, ANDERSON
Danze per orchestra


ENSEMBLE FANTAZYAS. Fantazyas è un gruppo vocale e strumentale costituitosi nell’anno 2000 per iniziativa del cantante e direttore Roberto Balconi. L’ensemble si avvale della collaborazione con musicisti e cantanti specialisti del repertorio antico e barocco, del quale intende sia riproporre pagine celebri, sia riscoprire partiture ancora poco note al grande pubblico, accostandosi a tale repertorio con vitalità e misura tipicamente italiani.
Nelle sue diverse formazioni (orchestra barocca, coro, ensemble cameristico, ensemble madrigalistico), il repertorio di Fantazyas spazia dell’opera (Ariodante e Alceste di Handel, Didone ed Enea di Purcell, La serva padrona di Pergolesi) alla musica sacra (tra cui: le Cantate di Buxtehude, la ricostruzione di un Vespro monteverdiano per voci e basso continuo, i Mottetti di Bach, Stabat Marer of Pergolesi, Scarlatti e Vivaldi, i Chandos Anthems di Handel, le Mese di Mozart); dal madrigale (D’India, Monteverdi, Ghizzolo) alla musica da camera (duetti di Steffani registrati per ALM Records di Tokyo, cantate di Haendel e Scarlatti).
Fantazyas ha partecipato a numerosi festival in Italia, Europa, Giappone e Israele. Ha inciso per Brilliant Classics il Secondo libro de Madrigali a cinque e sei voci di Giovanni Ghizzolo.

ROBERTO BALCONI Nato a Milano, Roberto Balconi ha studiato canto nella sua città natale e in Inghilterra, conseguendo la laurea con lode in canto lirico. Il suo repertorio spazia dalla musica medievale a quella contemporanea, con particolare predilezione per il periodo barocco, di cui ha approfondito gli studi e la tecnica, affermandosi come uno dei più riusciti interpreti a livello internazionale. Ha collaborato con English Baroque Soloists, Il Giardino Armonico, Il Complesso Barocco, The Consort of Musicke, Ensemble Pian & Forte, Venice Baroque Orchestra, Il Concerto Italiano, Europa Galante, Capella Savaria, esibendosi in tutto il mondo nei maggiori teatri e festival di musica antica, sotto la guida di direttori del calibro di Sir John Eliot Gardiner, Ivan Fischer, Gianandrea Noseda, Gustav Leonhardt, Mark Minkowski, Alessandro Demarchi, Ottavio Dantone, Rinaldo Alessandrini. Da qualche anno affianca all’attività vocale quella di direttore, in particolare dell’ensemble strumentale e vocale Fantazyas, che ha fondato nel 2000. Tra il repertorio affrontato in qualità di direttore si annoverano le opere Ariodante, Alceste, l’oratorio La Resurrezione, i Concerti Grossi op. 6 e i Chandos Anthems di Haendel; i mottetti per coro e alcune cantate di Bach; gli Stabat Mater di Domenico Scarlatti, Pergolesi e Vivaldi; Le sette ultime parole di Cristo di Haydn; Dido & Aeneas di Henry Purcell; La serva padrona di Pergolesi.
È regolarmente invitato come direttore ospite dell’Orchestra Barocca Accademia dell’Arcadia di Poznan (Polonia) con cui ha recentemente eseguito e registrato l’opera Les deux chasseurs et la laitière di Duni in prima esecuzione moderna; è direttore artistico del Festival Handel di Poznan ed è stato nominato ambasciatore culturale della città.
Dal 2004 è docente di canto barocco presso la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado di Milano. È inoltre docente di canto lirico presso il Conservatorio “Guido Cantelli” di Novara.
Ha registrato per DG Archiv, Virgin Classics, Harmonia Mundi France, Opus 111, Nuova Era, Arcana, Glossa, Bongiovanni, Symphonia, Stradivarius, Arts, Tactus, Naxos e per numerose emittenti radiofoniche e televisive europee.

 

SIMONE PEDRONI, allievo di Piero Rattalino al Conservatorio "G. Verdi" di Milano e di Lazar Berman e Franco Scala all'Accademia Pianistica "Incontri col Maestro" di Imola, nel 1993 vince la Gold Medal ed il Premio di musica da camera al Concorso Van Cliburn in Texas. Da allora è stato solista con alcune tra le più importanti orchestre del mondo ed ha collaborato con direttori come Sir Yehudi Menuhin, Vladimir Spivakov, Zubin Mehta, Eliahu Inbal, Stanislav Skrowachevsky, Gianadrea Noseda, Roberto Abbado, Antonello Manacorda, Pinchas Steinberg, Xian Zhang, Oleg Caetani, Leonard Slatkin, Riccardo Chailly e Vladimir Ashkenazy. Con l'Orchestra da Camera di Praga ha effettuato una tournée di 29 concerti negli Stati Uniti. Si è esibito al Teatro alla Scala di Milano, alla Carnegie Hall di New York, alla Herkulessaal di Monaco, alla Filharmonia Narodowa di Varsavia, al Teatro Colòn di Buenos Aires, oltre a numerosi concerti negli Stati Uniti d’America, Giappone e Cina. Nel 2011 ha eseguito la prima assoluta del Concerto per pianoforte e orchestra di Luis Bacalov scritto per Pedroni e l’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, di cui dal 2007 al 2016 è stato artist in residence. E’ stato protagonista nel 2014 del Van Cliburn Memorial Concert trasmesso dal Texas in mondovisione eseguendo musiche di Liszt e la Lincoln Suite di Williams. Dall’estate del 2014 è direttore artistico e fondatore dell’Alagna Music Festival “Da Bach a Williams” che si svolge in agosto nel suggestivo teatro di Alagna Valsesia ai piedi del Monte Rosa. Nel settembre 2015 debutta come direttore d’orchestra con l’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi con un programma dedicato alle musiche di John Williams per Star Wars che registra il tutto esaurito e un grandissimo successo di pubblico e critica, successo ripetutosi nel luglio 2016 e nel 2017 a Novara (Festival Cantelli per gli Amici della Musica V. Cocito) e Lecco. Nell'ambito di tali concerti ha eseguito la prima italiana delle musiche scritte per The Force Awakens. Recentemente ha realizzato un progetto di scambio di podio dedicato ai concerti di Schumann con l'Orchestra Filarmonica Italiana ed il violoncellista Luca Franzetti, con cui collabora stabilmente in duo. Ha inciso per Philips-Classics, per la Bottega Discantica (Variazioni Goldberg di Bach e musiche di Liszt) e per LOL-records musiche di Mussorgsky, Pärt, Schubert, Scarlatti, Bach/Busoni, Chopin, Gottschalk, Horowitz (tutti disponibili anche su iTunes). Per DECCA ha inciso il Concerto in mi Piccolo mondo Antico di Nino Rota con Giuseppe Grazioli. Per Varèse Sarabande, etichetta statunitense specializzata nella pubblicazione di musica da film, Pedroni ha inciso Themes and Transcriptions, un recital pianistico interamente dedicato a John Williams, incisione approvata ufficialmente dall’autore.

 

PYO – Pasquinelli Young Orchestra
Aperta ai bambini dagli 8 ai 14 anni, l’orchestra è intitolata al Maestro Francesco Pasquinelli, in segno di riconoscenza verso l’omonima Fondazione, primo partner di SONG onlus-Sistema in Lombardia. Coordinata sin dall’avvio da Carlo Taffuri, la PYO intende essere un “vivaio” educativo ed emotivo per i bambini provenienti dai diversi Nuclei.
Dall’esordio nella Basilica di San Marco a Milano (2013), sono ormai numerosi i concerti realizzati: a Cremona, Robecco, Arcisate, e più volte al Teatro Dal Verme e al Conservatorio di Milano. E ancora a Busto Arsizio e Mantova, per la rassegna “Un Vivaio musicale per Expo”, e al LAC di Lugano con i complessi di Superar Suisse. Altri gemellaggi sono avvenuti con i coetanei di Sistema England, Sistema Canada, Orchestra Kaposoka (Angola) e con la partecipazione al “Side By Side” di Sistema Sweden a Göteborg.
Nel novembre 2016 il debutto nel prestigioso Festival Milano Musica, con Manifestations di Gérard Grisey, primo approccio al repertorio contemporaneo. Nel marzo 2017 ha partecipato a “SONG for Peace”, iniziativa a sostegno della scuola di musica Al Kamandjâti in Palestina.