Associazione Amici della Musica Vittorio Cocito
eng
itaeng
Menu




Lux in tenebris lucet. Guglielmo da Volpiano e la rinascenza musicale medievale
19 2020 21.00, Basilica di San Giulio, Isola di San Giulio

ACCADEMIA IL GIARDINO DELLE MUSE

Simone Erre: flauti dolci, gemshorn, direzione
Benedetta Ferracin: flauti dolci, gemshorn

Veni sance spiritus (Vieni o Santo Spirito e mandaci un raggio della tua luce) - La preghiera nei monasteri: il canto gregoriano unisce l’Europa

CANTO GREGORIANO
“Veni Sancte Spiritus”, Alleluia
“Cunctipotens genitor Deus”, Kyrie

 

Lucerna pedibus meis (Lampada per i miei passi è la tua parola, luce sul mio cammino) - Guglielmo da Volpiano: la riforma gregoriana e la polifonia

ANONIMO (XIII sec.)
“Roma gaudens jubilo”, Conductus
“Tamquam”, Clausula

CANTO AMBROSIANO
“Lucerna pedibus mei”

ANONIMO (XIII sec.)
“Domino”, Clausula

CANTO GREGORIANO
“Avete solitudinis”, Inno dell’ordine cistercense

 

Ave maris stella (Ave stella del mare) - La Sibilla del Reno: Hildegard di Bingen e la devozione nei monasteri femminili

CODEX LAS HUELGAS (XIV sec.)
“Ave gloriosa mater”, Motetto

CANTO GREGORIANO
“Ave Maris stella”, Inno

ANONIMO (XIII sec.)
“Virgo gratia plena / Go”, Clausula

HILDEGARD DI BINGEN (1098 - 1179)
“Spiritus Sanctus vivificans vitam”, Antifona

ANONIMO (XIII sec.)
“Docebit”, Clausula

CODEX LAS HUELGAS (XIV sec.)
“Clama ne cesset / Alleluia”, Motetto

 

Laudato si’, mi’ Signore, per frate focu per lo quale ennallumini la nocte - Il giullare di Dio e la devozione in lingua volgare

ANONIMO (XIII sec.)
“Voi ch’amate lo criatore”, Lauda

CANTIGAS DE SANTA MARIA (XIII sec.)
“Como somos per conssello” (n.119)

GIRAUT DE BORNELH (1138 - 1215)
“Reis glorios, verais lums e clartaz”

CANTIGAS DE SANTA MARIA (XIII sec.)
“Quen a omagen da Virgen e de seu Fillo honrrar” (n.353)

GIRAUT RIQUIER (1230 - 1292)
“Jhesu Crist, filh de Dieu viu”

CANTIGAS DEL LLIVRE VERMELL (XIII.XIV sec.)
“Siella splendens in monte”


L’ensemble Accademia Il Giardino delle Muse diretto da Simone Erre, nasce nel 2001.
Da sempre specializzato nel repertorio strumentale e vocale del Medioevo, Rinascimento e Barocco, l’ensemble, di formazione variabile, riunisce importanti ed affermati musicisti nell’ambito della musica antica. L’ensemble ha al suo attivo concerti in Italia e all’estero all’interno di importanti festival di musica antica. Di particolare rilievo nel 2019 è stato il concerto medievale dal titolo Ave gloriosa Mater realizzato per la rassegna Vespri a San Vitale nell’ambito del Ravenna Festival.
Nell’ottobre del 2014 è uscito per l’etichetta Brilliant il suo primo CD dal titolo Preghiera.
Nel 2018 per Studio Musica Production è stato pubblicato il CD Fantasia sopra La Sol Fa Re Mi.
I programmi medievali sono dedicati al repertorio sacro monodico (Sequenze, Canto gregoriano, Cantigas e Laude) e polifonico (Clausule e Mottetti della Scuola di Notre Dame e del Codex Montpellier), al tema dei bestiari e alla musica strumentale.
Il Rinascimento ha visto l’ensemble impegnato in programmi che spaziano dalla musica del Concilio di Costanza (1414), alla musica al tempo di Leonardo da Vinci. In particolare Il Giardino delle Muse si è concentrato sui Ricercari di Palestrina, alla musica per danza, e alla musica sacra sempre di Palestrina, Lobo, Ingenieri.
Per quanto riguarda il periodo Barocco i programmi prevedono concerti/spettacolo intorno al teatro di Shakespeare e alla tormentata figura di Caravaggio. In occasione dell’anniversario monteverdiano del 2017 l’ensemble ha realizzato un progetto sul tema di Orfeo nel primo Barocco. Sempre di Monteverdi ha eseguito delle composizioni sacre. Successivamente si è concentrato sulla figura di A. Banchieri eseguendo sia la sua musica strumentale, sia i madrigali rappresentativi quali la Pazzia senile e La Barca di Venezia per Padova.
Al tardo barocco ha dedicato dei programmi ai più importanti autori italiani e stranieri eseguendo sonate e trio sonate per flauto dolce e basso continuo. Il Giardino delle Muse si è anche dedicato all’esecuzione di un Oratorio pasquale di M. A. Charpentier, al genere della Musique de Table.
Da sempre interessato anche alla musica del XX e XXI secolo, importanti compositori viventi hanno scritto delle composizioni espressamente dedicate a Il Giardino delle Muse.

 

Simone Erre, è docente di flauto dolce e traversiere barocco presso il Conservatorio “A. Steffani” di Castelfranco Veneto e, sempre di flauto dolce, presso il Conservatorio ISSM “F. Vittadini” di Pavia.
L’ attività didattica si completa con Masterclass estivi e seminari tra i quali ricordiamo:
l’Accademia degli Imperfetti a Pescara, l’Early Musica Festival di Parma, Piceno Classica, un seminario dal titolo La musica per danza nel Rinascimento e Barocco presso il Conservatorio di Trento e una Masterclass a Tavernola Bergamasca.
é direttore e fondatore dell’ensemble Accademia Il Giardino delle Muse con il quale si esibisce in concerti e in importanti Festival di musica antica. Con questo ensemble ha registrato per Brilliant Classic il CD dal titolo Preghiera che è stato trasmesso anche nella radio degli Stati Uniti d’America. Sempre con l’Accademia Il Giardino delle Muse ha registrato il CD dal titolo Fantasia sopra La Sol Fa Mi Re edito da Studio Recording. Ha fondato e diretto l’ensemble I Tesori di Orfeo con il quale ha registrato un CD interamente dedicato al Barocco francese del XVII secolo dal titolo Air sur les Folies d’Espagne, recensito molto positivamente dalla rivista Amadeus nel febbraio 2014. Questo lavoro è stato presentato dal vivo a Radio Rai 3 nel 2013 e, sempre su Radio Rai 3 come novità discografica. È stato direttore dell’ensemble Il Biancofiore, specializzato nel repertorio rinascimentale europeo, con il quale ha registrato un CD dal titolo Contrapunto bestiale a la mente. Questo lavoro è stato presentato dal vivo a Radio Rai 3 nel 2009.
Con gli ensemble da lui diretti e fondati si è esibito in importati Festival in Italia e all’ estero. Ha al suo attivo più di 500 concerti. Nel giugno del 2019 ha partecipato con l’Accademia Il Giardino delle Muse alla rassegna concertistica Vespri a San Vitale per il Ravenna Festival e ha fatto una tournée in Giappone presso le città di Osaka, Okinawa e Obu. Si è inoltre esibito in ulteriori importanti Festival Internazionali di cui tra gli ultimi ricordiamo: Le Mani Sapienti di Milano, Mo.Ca. Suona di Brescia, Festival “Onde Musicali sul Lago d’Iseo”, Festival Musica Antica Note e Sapori di Polcenigo (PN), I Concerti della domenica di Marostica (VI), Giovani in Musica di Treviso, Musica Antica in Casa Giorgione, Le Trame del Giorgione, Note in Chiostro e Ville in Musica di Castelfranco Veneto (TV) e I Tesori di Orfeo di Pavia.
È stato relatore e flautista anche in diverse conferenze-concerto, quali tra le ultime: “IL SUONO DEL ROMANICO: Musica e Arte tra XII e XIII secolo. Una panoramica.” tenutasi presso il Cinema Teatro “Politeama” di Pavia e, precedentemente alla conferenza-concerto dal titolo “Musica a Versaille, una lunga storia d’amore” presso Palazzo Morello di Castelfranco Veneto.
Parte della sua attività artistica è registrata su CD pubblicati da Giuglia, Tactus, Red, Stradivarius e Brilliant. In prossima uscita un CD con l’ensemble strumentale Daltrocanto diretto dal M° Paolo Zuccheri e il coro Ernesto Dalla Libera diretto dal M° Massimo Donadello su un programma di musica sacra composta da autori contemporanei.
Svolge attività musicologica tanto che la Rivista Catalana de Musicologia nel 2004 ha pubblicato un suo articolo dal titolo Tra pratica e teoria: da quali taglie è costituito un consort di traverse?
Oltre al diploma di flauto dolce preso con il massimo dei voti presso il Conservatorio di Vicenza, si è diplomato in flauto traverso presso il Conservatorio di Piacenza e in traversiere barocco presso la Civica Scuola di Musica di Milano. Ha conseguito poi il diploma post-laurea di abilitazione all’ insegnamento presso l’Università di Paleografia e Musicologia di Cremona.

 

Benedetta Ferracin si è diplomata in flauto dolce nel 2019 presso il Conservatorio “A. Steffani” di Castelfranco Veneto (TV) con il M° Simone Erre. Attualmente prosegue la specializzazione presso lo stesso Conservatorio sempre sotto la guida del M° Simone Erre, affiancando allo studio del flauto dolce le discipline a curvatura didattica.
La sua attività di didattica musicale comincia nel 2018 come docente esterna presso l’Istituto Comprensivo Statale di Mirano (VE) nella scuola Primaria “A. Azzolini” e nelle scuole dell’Infanzia “C. Collodi” e “Villa Saggiotti”. Dal 2019-2020 è docente di flauto dolce presso la Scuola Comunale di Musica “A. Miari” di Belluno, convenzionata con il Conservatorio di Castelfranco Veneto.
Ha seguito molti corsi di perfezionamento strumentale e di musica d’insieme con insegnanti di fama internazionale, alcuni dei quali sono: Dan Laurin, Walter van Hauwe, Alfredo Bernardini, Antonio Carrilho, Carsten Eckert, Dorothee Oberlinger, Marco Berrini e Juan Manuel Quintana. Ha, inoltre, partecipato ad un seminario sulla prassi esecutiva del Quarto Libro de’ Madrigali a cinque voci di Claudio Monteverdi con il M° Giovanni Acciai e ad una masterclass sulla respirazione con il M° Andrea Conti.
Al suo attivo vanta già numerosi concerti con importanti ensemble di musica antica presso prestigiose istituzioni come per esempio il Teatro Regio di Torino, l’Early Music Festival di Parma e l’Antica Prattica di Tavernola Bergamasca. Si è inoltre esibita in importanti Festival Internazionali, come: Ravenna Festival Vespri a San Vitale, Le Mani Sapienti di Milano, Mo.Ca. Suona di Brescia, Festival “Onde Musicali sul Lago d’Iseo” tra le province di Bergamo e Brescia, Festival Musica Antica Note e Sapori di Polcenigo (PN), Festival Musica negli Horti di San Quirico d’Orcia (SI), Festival Biblico e Musica & Museo di Vicenza, I Concerti della domenica di Marostica (VI), Giovani in Musica di Treviso, Musica Antica in Casa Giorgione, Le Trame del Giorgione, Note in Chiostro e Ville in Musica di Castelfranco Veneto (TV), Gioie Musicali di Asolo (TV) e I Tesori di Orfeo di Pavia.
Con l’Accademia Il Giardino delle Muse ha partecipato come flautista anche a diverse conferenze-concerto tenute dal M° Simone Erre, quali: “IL SUONO DEL ROMANICO: Musica e Arte tra XII e XIII secolo. Una panoramica.” tenutasi presso il Cinema Teatro “Politeama” di Pavia e, precedentemente, ha preso parte alla conferenza-concerto intitolata “Musica a Versaille, una lunga storia d’amore” presso Palazzo Morello di Castelfranco Veneto.
Nel 2018 è uscita la sua prima registrazione discografica dal titolo “Fantasia sopra La sol fa re mi” interamente dedicata alla musica italiana dal XVI al XXI secolo edito da Studio Recording di Treviso con l’ensemble Accademia Il Giardino delle Muse diretto dal M° Simone Erre. In prossima uscita un CD con l’ensemble strumentale Daltrocanto diretto dal M° Paolo Zuccheri su un programma di musica sacra composta da autori contemporanei. Attualmente svolge un’intensa attività concertistica con diversi ensemble specializzati nel repertorio della “musica antica”. In particolare con l’Accademia Il Giardino delle Muse, diretta dal M° Simone Erre, dove esegue un repertorio che spazia dal Medioevo al XXI secolo, e con l’ensemble Voices, Winds & Viols, nato all’interno del Conservatorio “A. Steffani”.