Associazione Amici della Musica Vittorio Cocito
eng
itaeng
Menu




Ton Koopman e Tini Mathot - Concerto Inaugurale
06 2021, Salone dell’Arengo del Broletto di Novara

TON KOOPMAN, clavicembalo

TINI MATHOT, clavicembalo

FRANÇOIS COUPERIN (1668 - 1733)

Sonata ‘L’Impériale’ in re minore a due clavicembali
gravement – vivement – gravement et marqué – légèrement – rondement – vivement

Chaconne in Re maggiore a due clavicembali

 

LOUIS COUPERIN (1625 - 1661)

Chaconne in Do maggiore (Ton Koopman)

 

WOLFGANG AMADEUS MOZART (1756 - 1791)

Sonata in Re maggiore KV 381 a due clavicembali
Allegro, Andante, Presto

Andante G major KV 501 a due clavicembali

 

ANTONIO SOLER (1729 - 1783)

Sonata in Do maggiore (Ton Koopman)

 

JOHANN SEBASTIAN BACH (1685 - 1750)

5 Contrapuncti da L’Arte della Fuga BWV 1080 a due clavicembali

Preludium e Fuga in Do maggiore BWV 547 a due clavicembali


foto by Hans Morren and Eddy Posthuma de Boer

TON KOOPMAN è nato a Zwolle (Olanda) il 2 ottobre 1944. Ha studiato organo e clavicembalo presso il Conservatorio di Amsterdam, ricevendo il Prix d'Excellence per entrambi gli strumenti. Interessato agli strumenti storici, ha condotto studi musicologici sulla prassi esecutiva antica, concentrandosi particolarmente sulla figura di Johann Sebastian Bach di cui è diventato uno dei maggiori conoscitori.
All'attività concertistica solista come organista e clavicembalista, dalla fine degli anni '60 Koopman ha accompagnato quella di direttore di orchestra. Nel 1979 ha fondato l'Amsterdam Baroque Orchestra, a cui si è aggiunto nel 1992 il Coro Barocco di Amsterdam. Con queste due formazioni ha affrontato un vasto repertorio che dal primo Barocco spazia fino al tardo classicismo, e si è esibito nelle più prestigiose sale da concerto del mondo, come il Concertgebouw di Amsterdam, il Théatre des Champs-Elysées e la Salle Pleyel di Parigi, il Barbican e la Royal Albert Hall di Londra, il Musikverein e la Konzerthaus di Vienna, la Philharmonie a Berlino, il Lincoln Center e la Carnegie Hall di New York, e la Suntory Hall di Tokyo.
Di particolare interesse è stato il progetto di registrazione delle cantate complete di Bach, un'importante e monumentale impresa per la quale Koompan ha conseguito numerosi premi come il Deutsche Schallplattenpreis "Echo Klassik", il BBC Award, il Premio Hector Berlioz, nonché la nomination al Grammy Award (USA) e al Gramophone Award (Regno Unito).
Oltre a Bach, ha rivolto particolare attenzione all'organista e compositore danese Dieterich Buxtehude, del quale ha curato l'incisione dell'opera omnia (30 dischi).
Durante la sua carriera, Koompan ha ricevuto numerosi altri riconoscimenti: nel 2006 gli è stato conferito il Premio Bach della città di Lipsia, nel 2012 il Premio Buxtehude di Lubecca e nel 2014 ha ricevuto il Bach Award della Royal Academy of Music di Londra. Nel 2016 ha inoltre ottenuto una cattedra honoris causa alla Musikhochschule Lübeck ed è diventato consigliere artistico onorario del Guangzhou Opera House.
Come direttore d'orchestra, negli ultimi anni ha collaborato con numerose formazioni, tra cui la Berlin Philharmonic, la New York Philharmonic, la Munich Philharmonic, la Chicago Symphony, la San Francisco Symphony, la Royal Concertgebouw, la Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks, la DSO Berlin, la Tonhalle Orchestra Zurigo, l'Orchestre Philharmonique de Radio France Paris, la Vienna Symphony, la Boston Symphony e la Cleveland Orchestra.
Koopman è professore all'Università di Leiden, membro onorario della Royal Academy of Music di Londra e direttore artistico del Festival "Itinéraire Baroque".

 

TINI MATHOT, nata ad Amsterdam, ha studiato pianoforte e clavicembalo. Suona sovente con Ton Koopman, suo marito e maestro, con il quale si esibisce regolarmente in tutto il mondo. Il loro repertorio spazia dall’esecuzione di opere celebri alla riscoperta di sconosciuti brani. Si esibisce regolarmente come solista e in formazione ed è membro fondatore del Corelli Ensemble. La registrazione dei trii di Haydn con il violoncellista Jaap ter Linden e il violinista Andrew Manze ha vinto il Diapason d’Or.
Mathot si dedica anche all’accompagnamento di cantanti nel repertorio liederistico.
Ha al suo attivo numerose incisioni per le case discografiche Erato, Teldec, Antoine Marchand/Challenge Classics e altre.
Insegna clavicembalo al Conservatorio Reale dell’Aia.