Associazione Amici della Musica Vittorio Cocito
eng
itaeng
Menu




Maratona Pianistica - Ilia Kim e Simone Pedroni
27 2021 20.30, Salone dell’Arengo del Broletto di Novara

Ilia Kim

Simone Pedroni

PIANISTA ILIA KIM

MUZIO CLEMENTI (1752 – 1832)
Sonata in fa # minore op. 25 n.5
Allegro con brio
Rondò un poco allegro

Prelude nello stile di Hayden

 

 

PIANISTA SIMONE PEDRONI

ARMANDO GENTILUCCI (1939 - 1989)
Iter (dedicato a Piero Rattalino)

ENNIO MORRICONE (1928 2020)
Playing Love da “La leggenda del pianista sull’oceano”

NINO ROTA (1911 - 1979)
Trascrizioni da concerto
Il padrino, Romeo e Giulietta, Amarcord, Otto e mezzo


ILIA KIM, nata a Seoul, inizia a quattro anni gli studi musicali in patria e si distingue fin dall'età di sei anni vincendo numerosi concorsi nazionali. A undici anni debutta nella Recital Hall del Sae Jong Arts Centre della sua città natale. Nel 1983 e nel 1987 la città di Seoul le conferisce un premio per fanciulli eccezionalmente dotati, assegnandole una borsa di studio per recarsi all'estero. Nel 1988 si iscrive nella Hochschule der Kunste di Berlino studiandovi dapprima con Laszlo Simon e successivamente con Georg Sava e diplomandosi nel 1994 col massimo dei voti. Segue quindi i corsi per concertisti al Mozarteum di Salisburgo e alla Hochschule fur Musik und Theater di Hannover. Dal 1997 studia con Piero Rattalino, Antonio Ballista e Franco Scala nell'Accademia Pianistica di Imola, dove si diploma nel 2000, dedicandosi poi anche al fortepiano sotto la guida di Stefano Fiuzzi.

Tra il 1989 e il 1992 vince vari premi nei concorsi internazionali "Maria Canals" di Barcellona, "George Enescu" di Bucarest e "Città di Senigallia". Nel 1994 debutta alla Carnegie Hall di New York. Intensa la sua attività concertistica in Corea, Germania, Austria, Francia, Svezia, Finlandia, Olanda, Romania, Croazia, USA, Messico, Italia, partecipando tra l'altro al Musik Festival dello Schleswig-Holstein, alle Holland Music Sessions, al Festival delle Città di Portogruaro, al Festival di Dubrovnik, al Festival Pianistico Internazionale "Arturo Benedetti Michelangeli" di Brescia e Bergamo (2002 e 2004) e ai Tiroler Festspiele di Eri (dal 2000 al 2005). Ha suonato con l'Orchestra Filarmonica di Seoul e con l'Orchestra della Radio Nazionale di Corea, con l'Orchestra

Filarmonica di lafìi, con l'Orchestra Filarmonica "Enescu" e con l'Orchestra Sinfonica della Radio Nazionale di Bucarest, con l'Orchestra della Istituzione Sinfonica Abruzzese, con l'Orchestra Filarmonica di Greensboro (North Carolina), con l'EAO.S.S di Palermo, l'Orchestra Cantelli di Milano, l'Orchestra Sinfonica Stabile di Bergamo, l'Orchestra del Teatro Massimo "Bellini" di Catania, l'O.F.U.N.A.M di Città del Messico, l'Orchestra del Teatro Massimo di Palermo, l'Orchestra Haydn di Bolzano, l'Orchestra Sinfonica di San Remo, China Philharmonic Orchestra di Pechino, Guangzhou Symphony Orchestra, Dortmunder Philharmoniker; alcuni di questi concerti sono stati trasmessi in diretta dalle radio e televisioni nazionali di Corea, Romania, Germania, Messico.

Dal 1998 risiede in Italia. Ha suonato a Torino (Unione Musicale), Milano (Società dei Concerti, Università Bocconi), Palermo (Amici della Musica), Napoli, Ancona, Verona (Fondazione Arena), Cagliari, Rovereto, Udine, La Spezia, Stresa, Fermo, Bari, Bologna, Modena, Messina, Mantova, Venezia, Imola, Pesare, Bergamo, Brescia ecc., anche con programmi a tesi (Mozart: la gioia e il terrore di vivere, Beethoven e la parodia, Macrocosmo e microcosmo in Chopin, La civiltà slava del pianoforte), talvolta presentandoli con conversazioni in italiano, tedesco e inglese. Con l'attrice Pamela Villoresi e la violinista Lorenza Borrani ha effettuato uno spettacolo di musica e prosa, Il cielo ha baciato la terra, sul rapporto di Robert e Clara Schumann con Brahms. Nell'Ottobre del 2001 ha preso parte a Catania con Andrea Bocelli e Sandro De Palma, sotto la direzione di Donato Renzetti, alla prima esecuzione assoluta di ...malinconia, ninfa gentile per canto, due pianoforti concertanti e orchestra d'archi di Azio Corghi, che successivamente ha dedicato a lei e a De Palma la suite ... Di bravura tratta da questa composizione.

Di ...malinconia, ninfa gentile è stata pubblicata, a cura della Presidenza del Senato d'Italia, la registrazione in disco. Nel luglio del 2002, durante i Tiroler Festspiele in Eri, ha effettuato la prima esecuzione assoluta del Virginal Dream di Giovanni Sollima.

 

SIMONE PEDRONI, allievo di Piero Rattalino al Conservatorio "G. Verdi" di Milano e di Lazar Berman e Franco Scala all'Accademia Pianistica "Incontri col Maestro" di Imola, nel 1993 vince la Gold Medal ed il Premio di musica da camera al Concorso Van Cliburn in Texas. Da allora è stato solista con alcune tra le più importanti orchestre del mondo ed ha collaborato con direttori come Sir Yehudi Menuhin, Vladimir Spivakov, Zubin Mehta, Eliahu Inbal, Stanislav Skrowachevsky, Gianadrea Noseda, Roberto Abbado, Antonello Manacorda, Pinchas Steinberg, Xian Zhang, Oleg Caetani, Leonard Slatkin, Riccardo Chailly e Vladimir Ashkenazy. Con l'Orchestra da Camera di Praga ha effettuato una tournée di 29 concerti negli Stati Uniti. Si è esibito al Teatro alla Scala di Milano, alla Carnegie Hall di New York, alla Herkulessaal di Monaco, alla Filharmonia Narodowa di Varsavia, al Teatro Colòn di Buenos Aires, oltre a numerosi concerti negli Stati Uniti d’America, Giappone e Cina. Nel 2011 ha eseguito la prima assoluta del Concerto per pianoforte e orchestra di Luis Bacalov scritto per Pedroni e l’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, di cui dal 2007 al 2016 è stato artist in residence. E’ stato protagonista nel 2014 del Van Cliburn Memorial Concert trasmesso dal Texas in mondovisione eseguendo musiche di Liszt e la Lincoln Suite di Williams. Dall’estate del 2014 è direttore artistico e fondatore dell’Alagna Music Festival “Da Bach a Williams” che si svolge in agosto nel suggestivo teatro di Alagna Valsesia ai piedi del Monte Rosa. Nel settembre 2015 debutta come direttore d’orchestra con l’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi con un programma dedicato alle musiche di John Williams per Star Wars che registra il tutto esaurito e un grandissimo successo di pubblico e critica, successo ripetutosi nel luglio 2016 e nel 2017 a Novara (Festival Cantelli per gli Amici della Musica V. Cocito) e Lecco. Nell'ambito di tali concerti ha eseguito la prima italiana delle musiche scritte per The Force Awakens. Recentemente ha realizzato un progetto di scambio di podio dedicato ai concerti di Schumann con l'Orchestra Filarmonica Italiana ed il violoncellista Luca Franzetti, con cui collabora stabilmente in duo. Ha inciso per Philips-Classics, per la Bottega Discantica (Variazioni Goldberg di Bach e musiche di Liszt) e per LOL-records musiche di Mussorgsky, Pärt, Schubert, Scarlatti, Bach/Busoni, Chopin, Gottschalk, Horowitz (tutti disponibili anche su iTunes). Per DECCA ha inciso il Concerto in mi Piccolo mondo Antico di Nino Rota con Giuseppe Grazioli. Per Varèse Sarabande, etichetta statunitense specializzata nella pubblicazione di musica da film, Pedroni ha inciso Themes and Transcriptions, un recital pianistico interamente dedicato a John Williams, incisione approvata ufficialmente dall’autore.