Associazione Amici della Musica Vittorio Cocito
eng
itaeng
Menu




Concerto del pianista Lorenzo Bevacqua
06 2022 18.00, Sala Accademica del Pontificio Istituto di Musica Sacra - Piazza Sant’Agostino 30 - Roma

Studi per pianoforte nei secoli XIX e XX

FRANCESCO POLLINI (1762-1846)
Uno dei 32 esercizi in forma di toccata – dedicato a Meyerbeer

TEODORO DOHLER (1814 - 1856)
da 12 Études de concert op.30:
Studio op 30 n.3 in mi minore

STEFANO GOLINELLI (1818 - 1891)
da 12 Studi op.15:
Studio op 15 n.9 in do diesis minore

MARIO CASTELNUOVO-TEDESCO (1895 - 1968)
Due film Studies:
1) Charlot
2) Micky Mouse

GIUSEPPE MARTUCCI (1856 - 1909)
Studio op.47 per il Metodo di Lebert & Stark

ADOLFO FUMAGALLI (1828 - 1856)
da Ècole moderne du pianiste op.100:
n.9 Près des Flots. Étude maritime


LORENZO BEVACQUA Si è diplomato presso il Conservatorio di Musica “Stanislao Giacomantonio” di Cosenza, sotto la guida del M° Giacomo Pellegrino, ricevendo la lode e la menzione d'onore. Ha studiato presso l’Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola, nella classe del M° Roberto Giordano. Molto importanti per la sua formazione artistica sono stati gli incontri con pianisti di fama internazionale come Ingrid Fliter, Piero Rattalino, Igor Roma, Enrico Pace, Aldo Ciccolini, Sergio Perticaroli, Boris Petrushansky e Leonid Margarius. Attualmente frequenta i corsi di specializzazione di Musica da Camera presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma, con il M° Carlo Fabiano, nonché il biennio di II livello in Musica da Camera presso il Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma, con il M° Pierpaolo Maurizzi. Ha tenuto recitals in festival internazionali come la stagione concertistica “Printemps musical de Silly” in Belgio; il festival pianistico dell’IMEP di Namur, in Belgio; il “San Giacomo festival” di Bologna; il “Young Artist piano solo series” di Roma; e in sale prestigiose come il Teatro Comunale di Bologna; il Teatro Comunale di Siracusa; il Teatro Alfonso Rendano di Cosenza; il Salone d'onore dell'Università degli Studi “Triennale di Milano”; il centro congressi dell'Università di Studi “Federico II” di Napoli. È vincitore di 14 concorsi pianistici nazionali ed internazionali, come la terza edizione del Premio Martucci di Novara, dove si è aggiudicato il primo premio assoluto e il premio speciale per la migliore esecuzione di un brano di Giuseppe Martucci. Il suo interesse per i compositori italiani lo ha portato a partecipare all'incisione delle sette sonate di Alessandro Longo, una prima uscita mondiale, pubblicata sulla rivista Amadeus, nel giugno 2019. È protagonista del DVD dedicato interamente a Giulio Ricordi dal titolo “L'Almanacco ritrovato”, ideato da Gianni Catelani, con analisi musicale di Dino Rizzo. È docente di pianoforte principale presso il conservatorio "Fausto Torrefranca" di Vibo Valentia; è docente-assistente del M° Roberto Giordano presso l’Accademia “Cantiere Musicale Internazionale” di Mileto (VV).